Studio, ricerca, formazione
nel nome della Cultura
e del sostegno al territorio.

I valori e la missione della Fondazione dalla sua nascita

La struttura

Dal 2008 a sostegno del Pensiero, della Cultura e della Ricerca.

Nel nome e nel ricordo di Andrea Borri, notaio, consigliere comunale, parlamentare,
presidente della Commissione di Vigilanza Rai, presidente della Provincia di Parma.

La Fondazione nasce nel novembre 2008 dopo quattro anni di attività dell’Associazione omonima.
A costituirla, come fondatori, la Provincia e il Comune di Parma,
la Comunità Montana delle Valli del Taro e del Ceno e 43 Comuni del parmense,
un fatto unico nel panorama delle Fondazioni locali.

Fra gli altri fondatori, pubblici e privati, anche l’ALMA – Scuola Internazionale di cucina italiana,
la Fondazione Museo Ettore Guatelli, l’Istituto Nazionale di Studi Verdiani,
l’Associazione culturale il Borgo e tutti coloro che negli ultimi quattro anni hanno fatto parte
dell’Associazione per la costituzione della Fondazione Andrea Borri
che, sciogliendosi, ha consegnato la propria storia e il proprio patrimonio alla Fondazione stessa.

I nostri obiettivi

La Fondazione non ha scopo di lucro e si propone di perseguire esclusivamente finalità di utilità pubblica nell’ambito dello studio, della ricerca e della formazione.

La Fondazione intende mantenere vivi e divulgare il pensiero e l’azione culturale e politica di Andrea Borri promovendo studi, ricerche, dibattiti, seminari, convegni e altre iniziative in particolare sulle tematiche che, più di altre, hanno costituito oggetto della sua attività pubblica e scientifica: la comunicazione e il diritto all’informazione, la democrazia e la sua attuazione, la cooperazione internazionale, il fenomeno religioso, il riequilibrio del territorio parmense e il suo sviluppo.

Su quest’ultimo tema da anni la Fondazione porta avanti un progetto che mira alla valorizzazione della montagna contraddistinto dal marchio Parma, una montagna di qualità.

La Fondazione si pone l’obiettivo di studiare opere, carte e scritti di Andrea Borri oltre a testimonianze orali e scritte che lo riguardano, nonché di promuovere, sostenere e realizzare ricerche biografiche sui vari momenti e i vari aspetti della sua vita, ricostruendone il pensiero politico e culturale.

Per lo svolgimento di tale compito la Fondazione si avvale oggi di un prezioso Archivio che raccoglie tutta la documentazione sull’attività di Andrea Borri.

Le principali pubblicazioni curate dalla Fondazione Andrea Borri sono relative agli atti dei convegni organizzati negli anni nonché le tesi di giovani laureati vincitori delle borse di studio erogate dalla Fondazione stessa.

Nel 2015 con Carocci editore è stato pubblicato il libro Andrea Borri, la passione per la politica. Parma, Roma l’Europa.

In campo culturale la Fondazione cura inoltre ogni due anni l’organizzazione del Premio nazionale di cultura Monte Caio indirizzato a scrittori e scuole su opere aventi a tema la montagna.

Negli oltre dieci anni di attività la Fondazione ha dedicato grande attenzione alle realtà culturali, sociali ed economiche della città e del suo territorio, collaborando attivamente con soggetti pubblici e privati al servizio dei cittadini.

Gli organi

  • Presidente:
    Bernardo Borri
  • Consiglieri:
    Maria Caterina Siliprandi (Vice Presidente)
    Maria Cavalli (Segretario)
    Meuccio Berselli (Consigliere)
    Maria Luigia Pagliani (Consigliere)
  • Collegio dei Revisori:
    Paolo Maggiani (Presidente)
    Roberto Cavazzini
    Alessandro Maestri
LO STATUTO

Lasciaci i tuoi recapiti per essere informato di tutte le iniziative della Fondazione Andrea Borri

Grazie, il tuo messaggio è stato inviato!
Si è verificato un errore, riprova più tardi.